LC Collection

Questa collezione, nota al grande pubblico sin dagli anni Sessanta con il nome "Le Corbusier", non sarebbe mai esistita senza il programma formulato da Le Corbusier nell'aprile 1927, in forma di schizzi in cui vengono definite le posizioni del corpo umano alle quali i progetti delle sedute devono rispondere, e senza l'incontro tra i tre creatori: Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand. Preso in carico e realizzato da Charlotte Perriand nel 1928, in qualità di socia di Le Corbusier e Pierre Jeanneret per la collezione di arredi, il programma sfocerà nella creazione della poltrona Fauteuil grand confort, grand et petit modèle, della Chaise longue basculante e della poltroncina basculante Fauteuil dossier basculant, alle quali si aggiungeranno la poltroncina girevole Fauteuil pivotant e lo sgabello Tabouret pivotant, così come lo sgabello Tabouret de salle de bains, creati precedentemente dalla sola Charlotte Perriand.

La gamma di arredi viene prodotta dall'azienda Thonet a partire dal 1930 con la denominazione "Le Corbusier, P. Jeanneret, Ch. Perriand", e si inserisce nel concept "Des casiers, des chaises et des tables" ("contenitori, sedie e tavoli"), defi nito da Le Corbusier e Pierre Jeanneret dal 1925. Nel 1959, in Svizzera, Heidi Weber, gallerista a Zurigo, lancia una riedizione dei modelli Chaise longue basculante, Fauteuil à dossier basculant e Fauteuil grand confort, grand et petit modèle, che sono fabbricati da artigiani locali con una diffusione molto limitata. La collezione è battezzata "Le Corbusier sitzmöbel/sièges/chairs"). Ogni modello riporta le iniziali "LC".

Nel 1964, in parallelo all'avvio della costruzione della Maison de l'homme a Zurigo, Heidi Weber affida la produzione di questi quattro modelli alla società Cassina S.p.A. di Meda.

Con il contratto del 23 Ottobre 1964, la socità italiana Cassina acquisisce i diritti di edizione e di vendita di questi modelli disegnati nel 1928 da Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand.
L'estensione dei diritti esclusivi per la fabbricazione e la vendita di questi modelli si espande dall'Italia all'Europa, a seguire alla americhe nel 1967 e al mondo intero nel 1971. Negli anni Settanta, la gamma viene ulteriormente ampliata andando a includere la maggior parte degli arredi creati da Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand, sotto la direzione della Fondation Le Corbusier e di Charlotte Perriand, in collaborazione con Filippo Alison e Cassina.

Nel 2010, la collezione LC si arricchisce includendo una serie di mobili disegnati dal solo Le Corbusier, che comprende oggetti di forma elementare e archetipi in legno in una ritrovata vicinanza con la natura.

Leggi tutto